Il coraggio della Felicità


Sta iniziando questo nuovo anno. Qualcuno protrebbe dire che questo è un giorno come un altro, che non c'è differenza tra quello che è oggi e quello che era ieri. Infatti come sappiamo il nostro modo di contare il tempo, la storia è solo una convenzione. Per altre culture oggi non è il 1 gennaio 2009, ad esempio, oggi per i Mussulmani è il 4 -1 (muharram) -1430 che per la numerazione degli anni usano l'era dell'Egira (che inizia il 16 luglio 622; l'anno è quella della migrazione di Maometto dalla Mecca a Medina, avvenuta in effetti il 20 settembre 622).

Per i cinesi oggi pare che sia il Ciclo 78 Anno 戊子 Wu Zi [25] 4645 Mese 12 Giorno 6. Il calendario cinese è un calendario lunisolare diviso sia in mesi lunari sia in periodi solari, ed è basato esclusivamente su eventi astronomici. I mesi sono lunari veri, cominciano nel momento della luna nuova a Pechino e si indicano con numeri progressivi. In occidende se Napoleone il 31 Dic 1805 non avesse ripristinato il nostro calendario gregoriano forse oggi sarebbe Duodi 12 Nivose 217 .

Il calendario civile usato ancora oggi in tutto l'occidente è fondamentalmente quello romano riformato da Giulio Cesare nel 45AC e adattato poi dai cristiani che ne hanno fatto il calendario religioso. L'ultima piccola variante fu introdotta nel 1582 dalla Chiesa Cattolica sotto il pontificato di Gregorio XIII, dal quale deriva il nome di calendario gregoriano tutt'ora usato per designare il nostro calendario.

Insomma ci sono e forse ci saranno molti modi di contare il tempo che passa. Quello che non cambierà mai è il modo il cui noi ci relazioniamo con il tempo. Contare i giorni è come appuntare sul taccuino dell'umanità la nostra vita, quella di chi ci ha preceduto e anche quella di chi ci succederà. Quello che rimmarrà di noi saranno sempre le due date: il giorno della nostra nascita e quello della nostra uscita di scena. Quando studiamo i grandi personaggi della storia ricordiamo per prima cosa le loro date di nascita e di morte.

La differenza è come viviamo tra queste due date, se sono solo numeri e convenzioni in cui la nostra vita è collocata, in cui subiamo gli eventi ... o possiamo veramente decidere che questo tempo che passiamo è un tempo straordianario, fantastico e soprattutto irripetibile. Se siamo consapevoli della unicità di ogni istante che viviamo non possiamo non festeggiare ogni momento, ogni giorno. E quando passa un altro anno per l'umanità non possiamo non sperare che la nostra storia possa essere migliore, che possiamo avere il coraggio di cambiare in meglio le nostre vite in modo da riempire di significato il tempo che passa. Non possiamo non augurarci il bene, la felicità che è sempre alla nostra portata è sempre dietro l'angolo... basta avere il coraggio di cercarla.

Buon anno !

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento