Coraggio e Su la Testa!

A volte sembra che quasi tutto vada per il verso sbagliato. Nel momento in cui stai lavorando per risolvere un problema… ecco ce ne arriva un altro.
Un po’ come un lottatore che cerca di rialzarsi facendo leva sulle sue forze residue, e poi BOOM arriva un altro colpo che lo rimette al tappeto. Sembra proprio che tutto sia contro di lui.
La tentazione è quella di mollare, di sentirsi deboli.
Qui si sentono spesso frasi fatte come: “Tutti ce l’hanno con me “, “ Occorre sopportare”, ” tanto non sarò mai felice...”, “...non ne vale la pena...”, “Quelli faranno sempre come vogliono”.
I Buddhisti chiamano questi pensieri “legna marcia” che deve essere gettata via, smaltita. Sentendoci vittime non risolviamo i problemi. Anzi spesso i problemi vengono acuiti. Quando avvengono delle crisi mettendoci in una situazione subalterna spesso peggioriamo la situazione. Ci chiudiamo, rimaniamo sulle nostre posizioni e gli altri di conseguenza rafforzano la loro posizione di potere.
Sarebbe utile in questo momento chiederti da quale responsabilità stai fuggendo. Quale potere personale non stai mettendo in gioco? Quale altre prospettive non prendi in considerazione? Quali soluzioni stai perdendo negandoti il confronto con gli altri?
Le crisi ci comunicano sempre qualcosa. Sono occasioni in cui possiamo imparare molto. Certo, è una lotta dura, a volte estrema. Da questo combattimento possiamo uscirne sempre con una maggiore consapevolezza sulle nostre priorità fondamentali … Nonostante possiamo in un giorno arrivare dall’altra parte del mondo, comunicare ovunque con chiunque, ascoltare musica in mp3 e vedere più di 1000 canali televisivi, le domande che cercano risposta sono sempre quelle da migliaia di anni:
“ Chi sono?” - “Cosa voglio essere?” - “Cosa/chi è veramente importante per me?” .
Per cui coraggio e su la testa !!!

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento